FRANK ZAPPA & THE MOTHERS OF INVENTION Fillmore East - June 1971

di Andrea Martini
30 marzo 2022

recensione

FRANK ZAPPA & THE MOTHERS OF INVENTION
Fillmore East - June 1971
Zappa Records
Pubblicato nell’agosto 1971, Fillmore East - June 1971  è l’album live di Frank Zappa & The Mothers che fotografa la vita salace di una band on/off the road. A celebrare i 50 anni dall’evento newyorkese, arriva The Mothers 1971, il boxset Super DeLuxe uscito il 18 marzo 2022 su Zappa Records/Universal Music – www.zappa.com

Zappa & The Mothers, costantemente in tour, chiudono il 1971 con una serie di spettacoli in Europa che li portano in Danimarca, Germania, Olanda e Austria, prima di approdare sul territorio elvetico per lo show del 4 dicembre 1971 al Casinò di Montreux: durante la serata un folle incendia il locale con una pistola lanciarazzi, distruggendo anche l’attrezzatura della band. Fortunatamente la band e il pubblico restano illesi, ma gli spettacoli successivi programmati in Francia e Belgio, vengono cancellati. Per quelli programmati il 10 e 11 dicembre 1971 al Rainbow Theatre di Londra, la band decide di ricorrere a strumentazione noleggiata sul posto; tuttavia, faranno il solo spettacolo del 10 dicembre: dopo che terminano di suonare I Want To Hold Your Hand dei Beatles, un uomo aggredisce Zappa scaraventandolo giù dal palco e ferendolo in maniera seria.



l'articolo continua...

Nella sua biografia del 1989 – The Real Frank Zappa Book –  l’artista scriverà: “La mia testa era sulla mia spalla e il mio collo era piegato come se fosse rotto. Avevo uno squarcio nel mento, una ferita nella parte posteriore della testa, una costola rotta e una gamba fratturata. Un braccio era paralizzato…”
Quando Zappa lascia l’ospedale, rientra negli Stati Uniti trascorrendo un lungo periodo su una sedia a rotelle e con un tutore per le gambe.

Tutto questo viene esplorato e celebrato con il Super DeLuxe (8 CD) The Mothers 1971: supervisionato dallo Zappa Trust e prodotto da Ahmet Zappa e Joe Travers, il boxset contiene 100 tracce e quasi 10 ore di registrazioni, riunendo i quattro spettacoli che hanno chiuso il celebre Fillmore East di New York City il 5 e 6 giugno 1971, oltre che l’intero fuori-programma di John Lennon e Yoko Ono, e lo spettacolo completo al Rainbow Theatre di Londra del 10 dicembre 1971.

Il boxset racchiude anche registrazioni inedite dal vivo (giugno 1971) a Scranton e a Harrisburg, nella Pennsylvania statunitense. E’ la prima volta che gli spettacoli di Zappa e delle Mothers vengono registrati con un 4-tracce su nastri da ½ pollice. [Un registratore che all’epoca Zappa ha appena acquistato ed avrebbe utilizzato per tutti gli anni Settanta per documentare ed archiviare i suoi spettacoli e performance]

Gran parte delle tracce live inedite presenti nel boxset sono state mixate da Craig Parker Adams al Winslow Ct. Studios e masterizzate da John Polito presso Audio Mechanics. Il concerto completo del Rainbow Theatre di Londra è stato remixato da Eddie Kramer (leggendario produttore/sound engineer) e masterizzato da Bernie Grundman.

Mothers 1971  viene pubblicato anche in versione boxset-slimcase, contenente gli 8 CD sopra citati, più un booklet di 68 pagine. Tra i contenuti del booklet, una intervista a Ian Underwood (delle Mothers), realizzata da Ahmet Zappa, oltre a ricordi e racconti di Eddie Kramer e di Jim Pons (bassista), dettagliate note di copertina di Joe Travers, nonché scatti del celebre fotografo Henry Diltz.

Previste infine due versioni in formato vinile: Live At Fillmore East 1971 (3 LP) e Rainbow Theathre (3LP), entrambi a ripercorrere brani, bonus track e bis.

Zappa & The Mothers of Invention al Fillmore East
New York, 5 giugno 1971 – Accanto a Frank Zappa ci sono Ian Underwood (fiati/tastiere), Aynsley Dunbar (batteria), Jim Pons (basso/voce/dialoghi), Bob Harris (tastiere/voce), a cui si aggiungono come ospiti speciali Howard Kaylan e Mark Volman (alias Flo & Eddie) dei Turtles, più Don Preston. Questa formazione, scelta per la serata di chiusura del rinomato locale di New York, porta sul palco brani iconici come The Mud Shark, Bwana Dik e Do You Like My New Car? [Sarà Don Preston a sostituire Bob Harris nelle date estive, sino al dicembre 1971]

Ma non è tutto. La serata si fa ancora più speciale con l’apparizione a sorpresa di John Lennon e Yoko Ono nel bis finale, davanti a una audience incredula; suonano tutti una torrida versione di Well di Walter Ward (un vecchio brano che i Beatles suonavano al Cavern Club di Liverpool) con Lennon alla voce e due assoli di Zappa, poi passano a una interpretazione di King Kong che si trasforma in una lunga jam, dunque a Scumbag con ululati improvvisati dalla Ono, la chitarra di Lennon, di Zappa e la band ad accompagnare.

Zappa ha in programma di pubblicare questo storico bis, quindi lo mixa ma accantona l’idea dopo che John e Yoko includono la loro versione nella Parte 4 dell’album Sometime In New York City. Zappa finisce per pubblicare la sua versione nell’album di inediti dell’ottobre 1992, Playground Psychotics.

Podcast

Album del mese

KEITH RICHARDS
Main Offender – 30th Anniversary Edition
BMG

A celebrare il 30esimo anniversario di Main Offender – il secondo album di Keith Richards uscito nel 1992 – arriva un cofanetto super-deluxe in edizione...

SABATON
The War to End All Wars
Nuclear Blast Records

Accusare i Sabaton della tempistica ragionata riguardo all’uscita di The War To End All Wars sarebbe davvero ingiusto. Pur se le tematiche proposte nel disco...

JOE LOUIS WALKER
Electric Electric
Cleopatra Records

Electric Electric è il nuovo album in studio di Joe Louis Walker, uno dei bluesman più noti del firmamento blues mondiale. Classe 1949, Walker si...