AYRON JONES Chronicles Of The Kid

di Andrea Martini
05 settembre 2023

recensione

Ayron Jones
Chronicles of The Kid
Big Machine/John Varvatos Records/Universal
Anno 2021: mentre il mondo combatte con la pandemia, esce Mercy, la song di Ayron Jones che raggiunge il primo posto della Billboard Rock Chart e che è racchiusa nell’album d’esordio Child Of The State. Ora è la volta di Chronicles Of The Kid, il secondo atteso album dell’artista di Seattle, già accolto dall’audience con gran entusiasmo.

“Chronicles of The Kid è una vita di storie quantificate in dodici canzoni, per far sì che il mondo mi conoscesse. Non sapevo quanto la mia vita sarebbe cambiata in così poco tempo… ” – ha spiegato  Jones – “ ‘Chronicles of The Kid è un album che parla di questi cambiamenti. Parla della ricerca della mia identità musicale, spirituale ed emotiva, mentre sono stato spinto in un nuovo ruolo nella mia vita. Come tutta la mia musica, ho preso il mio cuore in mano e ho messo a nudo la mia anima per farla vedere al mondo. Non potrei essere più orgoglioso di questo album… E mentre mi trovo in cima a questo proverbiale precipizio, mi conforta sapere che non sono solo, perché c’è un mondo di persone che condividono...

l'articolo continua...

le mie esperienze e che, come me, si chiedono che cosa significhi essere umani. A loro, e ad altri come loro, dedico questo disco ...”

Sono le storie e l’onestà il carburante che accende il fuoco potente di Jones: essere umani significa sporcarsi o, per dirla con le parole del passionale chitarrista e vocalist,  Filthy ed è la lotta per essere ciò che si è la più importante, come lui stesso canta nella sua  The Title .
Vulnerabile, crudele e al tempo stesso redentrice, My America è la punta di diamante del disco, una song che Jones ha scritto assieme a  Blair Daly  (Keith Urban, Kelly Clarkson),  Marti Frederiksen  (Ozzy Osbourne, Aerosmith),  Zac Maloy  (Black Stone Cherry, Daughtry) e  Scott Stevens  (Shinedown, Halestorm); un inno senza peli sulla lingua che fonde il meglio dell’essenza di questi musicisti, per un omaggio a George Floyd, con un Jones che  canta versi dolorosamente crudi e un ritornello che è un balsamo per le ferite dell’America.

Disponibile in formato fisico e su tutte le piattaforme digitali, Chronicles Of The Kid  è l’album dell’uomo che Jones ha sempre voluto essere, schietto, trasparente, privo di schermi e facciate di comodo: “ uno dei più grandi nomi del genere ”, ha dichiarato American Songwriter. –www.ayronjonesmusic.com

Podcast

Album del mese

BIG BIG TRAIN
The Likes Of Us
InsideOut Music

È Alberto Bravin (con la PFM dal 2015 al 2022) ad ereditare il microfono di Longdon e ad accompagnare la band verso il futuro con...

GERALD GRADWOHL
...Or What?
Bandcamp.com

Gradwohl suona con Convington sin dal 2002, dalle registrazioni di ABQ (featuring Bob Berg e Gary Willis), un album che mette un marcato segno nella...

REMEDY
Pleasure Beats The Pain
Escape Music

Il quintetto di Stoccolma pubblica la seconda prova discografica – Pleasure Beats The Pain – per un viaggio di dieci tracce tra melodie avvolgenti, riff...