PIERS FACCINI Shapes Of The Fall

di Umberto Poli
07 aprile 2021

recensione

Piers Faccini
Shapes Of The Fall
Beating Drum / No Format!
You were the blood kissed by the thorn              
I was the wind in the leaf
Bent at the eye of the storm
North at the pole repelled and drawn
I wanted to fall or to be reborn
Fall or to be reborn


Quanta attesa per il nuovo album di Piers Faccini, Shapes Of The Fall. Noi di Guitar Club avevamo incontrato di persona il cantante, originario di Londra da padre italiano e madre britannica, da anni cittadino francese assieme alla famiglia, in occasione dell’uscita di I Dreamed An Island, il suo precedente, acclamato lavoro. Era l’agosto del 2016, altri tempi, e un viaggio di ore e ore per ritrovarsi a chiacchierare tra i boschi delle Cévennes di musica, cibo, arte, letteratura e canzoni assieme ad uno dei songwriter più prolifici, originali e stimati d’Europa arde come il ricordo di uno scambio umano la cui mancanza, mai come ora, assume i tratti di un vuoto dolorosissimo. Ma torniamo a Shapes Of The Fall e al senso dell’attesa di cui è stata permeata in parte la sua gestazione e in parte la sua delicata fase di lancio sul mercato. Si tratta di un disco che ha...

l'articolo continua...

Sei già registrato?
accedi per leggere l'articolo completo

Podcast

Album del mese

SCOTT METZGER
Too Close To Reason
Royal Potato Family

Capita a volte di imbattersi in dischi tanto belli quanto poco noti al grande pubblico, conosciuti per lo più da addetti ai lavori o da...

WILCO
Cruel Country
dBpm Records  

Immaginate uno studio di registrazione pieno zeppo di amplificatori, tastiere, chitarre di ogni tipo, strumenti bizzarri e ricercate apparecchiature d’epoca. ...

Ben Harper
Bloodline Maintenance
Chrysalis Records

Quando, nell’autunno del 2020, lo abbiamo intervistato in occasione dell’uscita di Winter Is For Lovers, Ben Harper ci aveva confidato che il suo album successivo...