TENEBRA Moongazer

di Francesco Sicheri
03 novembre 2022

recensione

TENEBRA
Moongazer
New Heavy Sounds
È sicuramente troppo semplificativo puntare il dito alla sfera dell’occulto per raccontare le trame dei nostrani Tenebra. La band di stanza a Bologna fa ascoltare a propria voce sulla “lunga” con Moongazer, primo album dopo i due ep, Gen Nero (2019) e What We Do Is Sacred (2021).
Il quartetto guidato dalla voce di Silvia Feninno, è sospinto dalle chitarre di Emilio Torreggiani (ex Settlefish), dal basso di Claudio Troise e dalla batteria di Claudio “Mesca” Collina. 
 
Nove i brani di Moongazer, album che si assesta in quel limbo, crocevia di passaggio, tra rock, stoner, doom, e metal di stampo classico. I riferimenti sabbathiani sono marcati, ma più nei sapori che nelle strutture dei brani (Stranded forse il più palese), ma anche in questo caso sarebbe troppo facile riassumere le creazioni del gruppo con un’etichetta così generalista. I Tenebra hanno infatti molte sfumature da mettere in campo, - prendere Winds Of Change, Space Child e Heavy Crusher per credere - e lo fanno con una buona dose di esperienza.
Moongazer non perde mai d’intensità, anche se forse talvolta pecca un po’ di scarsità dinamica,...

l'articolo continua...

ma la tensione è di quelle piacevoli da sostenere, e la voce della Feninno (che a tratti ricorda di un Tom Keifer in tempi di gloria) aiuta non poco a bilanciare una proposta di impronta heavy anni ‘70, che comunque non risulta mai eccessivamente stereotipata.
 
Una ben controllata espressione di potenza dalle atmosfere nebulose.

Podcast

Album del mese

GARY MOORE
Different Beat
BMG

Anno 1999 – Con il controverso "Different Beat" Gary Moore si avventura tra suoni sintetici, ritmi dance e campionamenti, allontanandosi dai territori del blues...

NICKELBACK
Get Rollin'
BMG

Raccogliendo 15 brani solidi, congrui, genuinamente rock e con un’anima melodica sempre ben in evidenza, l’album apre con San Quentin, il singolo radio-friendly che ha...

BUDDY GUY
The Blues Don’t Lie
RCA Records

L’ho promesso a tutti loro – B.B., Muddy, Sonny Boy… – sino a quando rimarrò in vita, farò di tutto per tenere vivo il blues....