Iced Earth, Jon Schaffer parla del nuovo "Incorruptible"

Patrizia Marinelli 01 gen 1970
Gli Iced Earth guardano alla gloria del passato con quel classico sound&style – solido, deciso, potente, grezzo, metal/trash – che da anni appassiona i patiti del genere. Il merito arriva in gran parte dal leader, il chitarrista/multistrumentista Jon Schaffer il quale, proprio con il nuovo Incorruptible (Century Media), riesce nel delicato compito di mantenere intatto lo stile e la grinta della band di Tampa (Florida) nonostante lo scorrere del tempo ed i cambiamenti di lineup lungo il percorso.

Timoniere del vascello targato Iced Earth, Jon Schaffer (nato il 15 marzo 1968 nell’Indiana, Usa) gestisce la rotta della band nata nel 1985 (con il nome Purgatory), infarcendo il viaggio di input ed energia, e lasciando sulla scia album come "Dark Saga" (1996) e "Something Wicked This Way Comes" (1998) indicati da parecchi adepti tra i capisaldi del metal.

Se è vero che di "Incorruptible" Jon Schaffer ha scritto i brani, suonato la chitarra e fatto i cori, oltre che occuparsi della produzione e del missaggio, è pur vero che accanto a lui un solido cast lo ha supportato ad hoc. Più precisamente, Stu Block (che dal 2011 ha sostituito lo storico vocalist Matthew Barlow dopo la parentesi con l’ex Judas Priest ...
l'articolo continua  

info intervista

Iced Earth
Jon Schaffer
Incorruptible

© 2016 Il Volo Srl Editore - All rights reserved - Reg. Trib. n. 115 del 22.02.1988 - P.Iva 01780160154