Aaron Keylock, "Cut Against The Grain" 

Redazione 25 gen 2017
Aaron Keylock è un talentuoso teenager nato a Oxford ed uscito dalla macchina del tempo: con la sua Les Paul, lo stile rock British dei Settanta ed il look da hippie degli anni Sessanta, cavalca da tempo i palchi di club e festival.
Il suo disco d’esordio appena uscito (20 gennaio 2017), si intitola "Cut Against The Grain" (Mascot Label Group) e sono in molti a scommettere che lancerà Keylock nell’orbita internazionale…

Spesso a contatto con bikers, moto e il mondo on the road, ciò che segna la ancora breve ma già significativa vita artistica di Keylock, è l’incontro con Joe Bonamassa quando ha appena 13 anni. Da quel momento iniziano le prime soddisfazioni di Aaron: a 16 anni apre il tour dei Blackberry Smoke e poco dopo sale sul palco del noto Bloodstock Festival. Di lì in avanti, si spalancano le porte dei club londinesi e dintorni ed il suo nome prende a girare.

L’attenzione dei media non tarda ad arrivare: nella sua “2015 Fresh Blood List” Kerrang! lo definisce New Solo Superstar, mentre Metal Hammer UK scrive testualmente: “Incredibile che un ragazzo di soli 16 anni possa avere nelle mani la tradizione di Gary Moore…”
Ma non è tutto: Total Guitar lo mette sotto osservazione indicandolo come “2016 Ones to watch…”, mentre Classic Rock lo definisce “precious ...
l'articolo continua  
talent”, includendolo nella 2015 Sounds of and Class.

"Cut Against The Grain"  è prodotto da Fabrizio Grossi, già protagonista di innumerevoli registrazioni di gran caratura, come Glenn Hughes, Leslie West, Alice Cooper, Slash, Dave Navarro, Zakk Wylde, Supersonic Blues Machine…

© 2016 Il Volo Srl Editore - All rights reserved - Reg. Trib. n. 115 del 22.02.1988 - P.Iva 01780160154