JIMI HENDRIX LEGACY

Dario Guardino 15 mag 2016
Tra non molto sarà il cinquantesimo anno dalla morte di Jimi Hendrix, l’artista che, più di ogni altro, ha saputo rivoluzionare il mondo della sei corde, lasciando una traccia indelebile di sé e del suo talento in una manciata di album, vero testamento spirituale di una icona indimenticabile...

Jimi Hendrix - all’anagrafe James Marshall Hendrix - nasce il 27 novembre 1942 a Seattle, Usa.

La musica fa capolino molto presto nella sua vita: a 11 anni, Jimi, dopo aver subito il grave lutto per la perdita della madre, imbraccia la sua prima chitarra. Niente di anomalo fin qui, se non fosse che si tratta di una chitarra per destrorsi, nonostante Jimi sia mancino. La cosa, tuttavia, non rappresenta un reale ostacolo per lo studio dello strumento: il giovane Jimi impara a suonare invertendo l’ordine delle corde...

Ben presto Jimi si mette in mostra attraverso le prime esibizioni con band studentesche e di carattere amatoriale, prevalentemente di rhythm & blues, fra le quali i Velvetones ed i Rocking Kings, quest'ultima quella che può essere considerata la sua prima vera band semi-professionale.
La scalata al successo è veloce al punto che, di ritorno dal servizio militare in qualità ...
l'articolo continua  

© 2016 Il Volo Srl Editore - All rights reserved - Reg. Trib. n. 115 del 22.02.1988 - P.Iva 01780160154