Tre looper d’eccezione... tutti made in Italy!

Riccardo Cherubini 04 giu 2016
L’utilizzo sempre più diffuso degli effetti a pedale per chitarra, ha portato alla conseguente creazione di un tipo di apparecchio in grado di semplificare la loro gestione, preservando al contempo la qualità del segnale che passa attraverso gli stessi. Questo tipo di apparecchio si chiama looper...

Proprio a seguito della grande diffusione degli stompbox, nelle fattezze più classiche dei singoli pedali analogici ma anche in quelle dei pedali digitali (che riescono ormai a sostituire per completezza e qualità certi apparati a rack), ecco che le pedaliere dei chitarristi si sono dotate di “scatolette calpestabili” in grado di semplificare la gestione degli stessi pedali. Sono i cosiddetti looper per pedaliera, probabilmente ispirati agli analoghi apparecchi che, negli anni ‘80 e ‘90, venivano inseriti nei rack consentendo di memorizzare più combinazioni di pedali con la sola pressione di un tasto.

Il funzionamento di un looper


I looper evitano quindi i fastidiosi tip-tap che si verificano quando occorre cambiare il timbro agendo direttamente sui pedali, permettendo, come dicevamo, di preservare il suono. Questo perchè il segnale viene inviato ai pedali solo quando necessario e solo quando il relativo loop viene attivato. In caso contrario, il segnale viene inviato direttamente all’Output ...
l'articolo continua  

info test

Jad&Frèer * Masotti * Vinteck
Jad&Frèer * Masotti * Vinteck
Looper

© 2016 Il Volo Srl Editore - All rights reserved - Reg. Trib. n. 115 del 22.02.1988 - P.Iva 01780160154